Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy clicca LEGGI, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente


Le "periferie" al centro della città: dal Rione Gescal un progetto di sviluppo socio-culturale promosso da Chiesa e Comune

Dimensione carattere

 

 

Creare un polo culturale diffuso che stimoli i cittadini delle cosiddette “periferie”, e i giovani in particolare, a ritrovare la “potenziale centralità” e a garantire un progresso socio-culturale uniforme alla propria comunità. È questo l’obiettivo del protocollo d’intesa che sarà firmato sabato prossimo dal parroco della Chiesa del Santissimo Salvatore del Rione Gescal, don Felice Ngolo, e dal sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia. L’atto sarà sottoscritto alla presenza del vescovo Gennaro Pascarella, alle ore 19:30, nell’Auditorium della chiesa in via Nikita Kruscev e prevede la realizzazione del progetto “Io sono il Centro – Io c’entro”. Un’iniziativa che ha l’ambizione di gettare le basi per la costruzione di “un’identità generale della Città” in cui alla “periferia” venga riconosciuto il suo valore potenziale di “Nuova Centralità”. Il progetto, assieme allo schema del protocollo d’intesa, è oggetto della delibera di giunta n. 148 approvata su proposta del sindaco il 29 dicembre 2017.
«È da tempo che parliamo di città unica e non più di periferie, di ambiti urbani marginali – spiega il sindaco Vincenzo Figliolia – Vogliamo far ritrovare ai cittadini il senso di appartenenza ad una comunità e di partecipazione alle attività socio-culturali. Coinvolgendo i più anziani, che sono la memoria della comunità, e i giovani, che vogliamo mettere al centro di un processo educativo permanente con più attori protagonisti. È un progetto-pilota che può essere esteso in altre zone della città – conclude il sindaco – in modo da creare vari presìdi di legalità e di cultura e un sistema multicentrico in cui le peculiarità di ogni ambito possono concorrere allo sviluppo socio-culturale dell’intera comunità». 
Il centro propulsore del progetto sarà per il Rione Gescal la Biblioteca “Don Peppino Lannia” annessa alla Chiesa del Santissimo Salvatore. Le linee operative del progetto saranno poi illustrate più dettagliatamente nel corso di un incontro pubblico da programmare.
 
 
Mauro Finocchito
portavoce del sindaco di Pozzuoli